Vista sulla Città

Quando i profughi approdarono sull’isolotto di Megaride, dove oggi è Castel dell’Ovo, e per primi fondarono un insediamento greco nella baia di Napoli, chissà quale scenario si presentò ai loro occhi! Questi luoghi, evocati con la fantasia come dovevano presentarsi ai nostri antenati cantano la tenerezza dei primordi della civiltà.
Il fascino dei luoghi e la storia millenaria di Partenope danno ragione ad una possibilità di un riscatto da una criminalità che può essere stanata con la decisione dello Stato.

Continua a leggere …

Magia del Giugno Pisano in versi napoletani

Il cielo indaco sul finir del vespro
e le nubi blu rade si riflettono
in Arno calmo dove parallele
riverberano le luci arancio
dei lampioni dell’altra sponda
e l’ombra del campanile.

S’era scurato quase notte, nu cielo inneco e turchino e nuvole piccerelle ciuffe parevano suspese ‘int’a chella luce, quanne je m’affacciaie d’o ponte, pe’ vede’ “il fiume Arno”, ca se ne scenneva doce doce. E me ‘ncantaje. Guardavo […]

Continua a leggere …