La fine d’anno, il Papa e i siti amici

Nella Veglia di Natale, Papa Francesco ha ricordato che Cristo, facendosi uomo, ha dato il diritto di cittadinanza a tutti gli uomini. E, nascendo senza tetto e fuggitivo in Egitto, ha scelto deliberatamente di mettere in trono le esigenze dei poveri e dei profughi di tutti i tempi. Come per dire: Dio non ha promesso solo la cittadinanza nei cieli che verranno ma anche nella terra che abitiamo oggi. Per far fronte all’attuale degrado sociale, economico ed ambientale occorre praticare la giustizia e ridurre così le sperequazioni sociali nel nostro paese, nonché l’abnorme divario di mezzi che induce le genti a migrare.

Continua a leggere …

Vista sulla Città

Quando i profughi approdarono sull’isolotto di Megaride, dove oggi è Castel dell’Ovo, e per primi fondarono un insediamento greco nella baia di Napoli, chissà quale scenario si presentò ai loro occhi! Questi luoghi, evocati con la fantasia come dovevano presentarsi ai nostri antenati cantano la tenerezza dei primordi della civiltà.
Il fascino dei luoghi e la storia millenaria di Partenope danno ragione ad una possibilità di un riscatto da una criminalità che può essere stanata con la decisione dello Stato.

Continua a leggere …

Grecia in Crisi, Medioriente in Guerra e Buon Vivere in Germania

L’Unione Europea dopo aver fortemente voluto la Grecia nell’area Euro, si è accanita imponendo misure di austerità che hanno prostrato il popolo greco. E’ stata disposta a condonare i debiti delle banche responsabili della crisi, ma non quelli di un popolo amico e confederato. Mentre un opportunismo si cela dietro la temporanea apertura ai profughi della Germania. I princìpi dell’UE sono ispirati alla pace, alla solidarietà sociale, alla cooperazione, allo sviluppo delle aree depresse e alla formazione diffusa. Nella crisi greca, i politici europei hanno spudoratamente calpestato questi princìpi e la loro immagine ne è risultata compromessa.

Continua a leggere …