Trump, banco di prova dell’uragano Harvey

L’uragano Harvey produce in Texas un “disastro epico”.

15 i morti accertati finora. Houston, quarta città più popolosa degli Usa con i suoi 6,6 milioni di abitanti, è paralizzata sotto oltre un metro d’acqua. 30.000 i militari impegnati in operazioni di salvataggio. Centinaia di migliaia le persone evacuate, forse di più. L’impatto più duro, a medio o lungo termine, potrebbe però essere quello economico, in una delle regioni chiave per la produzione dell’oro nero, con ricadute sull’intera industria petrolifera americana. (informazioni tratte da Repubblica.it)

Come fu per Bush, che non si riprese mai politicamente dopo l’uragano Katrina, Trump si deve confrontare con perdite di vite umane e con i disastri naturali ed economici prodotti dal cambiamento climatico.

Ultima chiamata per rivedere la sua politica petrolifera e per adottare progressivamente diverse fonti energetiche.

 
Guido Caridei
il cambiamento climatico raccontato in un film . Partenope XXI secolo

La locandina del film “Una scomoda verità” di Al Gore

Spazio per te